Capacitazione

Il termine (dall’inglese capability, trad. lett. “qualità di essere capace”) viene utilizzato per indicare una sorta di “abilità di fare cose”.

Esso si è diffuso in particolare nell’ambito della riflessione sulla sostenibilità dei modelli di sviluppo locale, basata sulla valorizzazione dei c.d. saperi d’uso e sulla costruzione di competenza: attraverso la cooperazione fra diversi attori e la creazione di opportunità e di network stabili nel tempo aumenta la capacità di visione e azione del singolo e della comunità locale di riferimento.

L’utilizzo del termine capacitazione intende superare il riferimento alle capacità umane in senso stretto (in inglese abilities), richiamando piuttosto l’idea dellecapabilities, ovvero le capacità che la società può valorizzare e incrementare nell’individuo grazie a politiche pubbliche di tipo abilitante (empowerment).

Il concetto di capacitazione assume un rilievo centrale nel modello della democrazia partecipativa, poiché ne sviluppa i caratteri di inclusività, collaborazione, solidarietà ed eguaglianza sostanziale.

In particolare, esso intende smascherare l’ambiguità che il termine libertà ha assunto nelle democrazia contemporanee, ove gli individui possono trovarsi in situazioni di apparente libertà complessiva (nei paesi industrializzati generalmente nessuno proibisce di fare alcunché, purché nell’ambito della legalità), ma non per questo vivere una condizione di piena libertà: il paradosso delle democrazie contemporanee è, infatti, che gli individui vengono apparentemente lasciati liberi di agire, ma in realtà essi versano in una condizione di estrema sprovvedutezza circa la propria capacità di scegliere sulla base di una volontà liberamente formata e quindi di partecipare criticamente al processo di adozione delle scelte che li riguardano.

Approfondimenti: 
P.L. SACCO, G. SEGRE, Creativity and new patterns of consumption in the experience economy, working paper series, Università di Torino, n. 02/2006

M. NUSSBAUM, Capacità personale e democrazia sociale, a cura di G. Zanetti, Diabasis, 2003

M. NUSSBAUM, Creare capacità, Il Mulino, 2012

N. BOBBIO, LIbertà, in Enc. del Novecento, vol. III, 1978

Torna alle voci