Gualdo Tadino, 27 novembre 2015 - Rocchetta, la Comunanza agraria chiede il rispetto delle regole

GUALDO TADINO - La Comunanza agraria deU'Appennino gualdese, pur non contraria pregiudizialmente alla proroga ed all'ampliamento della concessione a Rocchetta spa, «porterà avanti tutte le iniziative necessarie per il rispetto delle regole e il pieno ripristino della legalità». Lo ha detto Nadia Monacelli, che presiede il cda della Comunanza, nell'incontro su «Acqua, terra, usi civici a Gualdo Tadino: conoscere e sapere per difendere il nostro futuro». Sono stati proposti dei video per ricostruire la storia della concessione e per far conoscere l'attuale situazione del disastro ambientale prodotto dall'alluvione del 2013 e quella giuridica relativa anche alla recentissima proroga e all'ampliamen to della concessione a Rocchetta spa col placet del Consiglio comunale. Temi sui quali si vuole fare totale chiarezza, rispettando il diritto e le regole, sanando le «ferite» ambientali, sulle responsabilità delle quali presto dovrebbero arrivare perizie giurate, e riconoscendo i diritti di uso civico spettanti ai cittadini. Gli interventi dei responsabili dell'Appennino gualdese hanno ribadito il diritto di essere interlocutori anche con la ditta concessionaria, seppure il ricostituito ente non sia stato ammesso alla Conferenza di servizi, nella quale nessuno ha rappresentato le posizioni della stessa Comunanza. Gli intervenuti hanno ribadito di voler far rispettare la legge, per evitare - ha detto la Monacelli - che vada avanti «un progetto osceno» e «uno schiaffo a questa città».