Gli istituti di partecipazione fra retorica delle riforme e umiltà dell'attuazione

Un saggio di Alessandra Valastro sulle possibilità di riforma degli istituti di partecipazione che va al di là della retorica delle "grandi riforme". La partecipazione si pone oggi come strumento ancor più importante alla luce delle nuove crisi e fragilità che sempre più evidenziano la necessità di integrare il sapere politico e il sapere esperto con il sapere esperienziale degli abitanti e delle comunità. Il punto è come la partecipazione può diventare metodo di governo della complessità, e come essa possa influenzare le scelte dei rappresentanti e passare da "incidente esterno" a mezzo ordinario di decisione. Il  saggio guarda alle vie dell’attuazione, delle riforme “viventi”, ove la sperimentazione e implementazione costante degli istituti di democrazia partecipativa può dispiegare le proprie potenzialità.

Link al saggio