Costituzionalismo, democrazia sociale, dignità dell'esistenza: le ricadute politiche del racconto dei sopravvissuti

Il “sistema” è adeguato a garantire una dignità dell’esistenza e la sostenibilità del vivere? Le architetture giuridica e costituzionale sono congrue per un dispiegamento delle vite che sia degno di nome? Una possibile risposta arriva dal racconto che i vissuti fanno delle proprie vite in rapporto al racconto costituzionale del modello di democrazia sociale al quale si tenta di dare corpo. Il saggio di Alessandra Valastro si pone un ambizioso obiettivo che in fin dei conti è un modo affinché le vite dei singoli possano permeare di sé le strutture che in qualche modo le governano.

Link al saggio