Perugia, 22 novembre 2015 - Gli orti urbani di San Matteo degli Armeni per scoprire i segreti e i tesori della natura

PERUGIA - Nel 2010 era solo un'idea nata all'interno dell'associazione Italia Nostra, che da anni porta avanti il progetto degli orti urbani in Italia. Adesso, dopo un lungo percorso, non privo di fatiche e ostacoli da superare, è diventato realtà. Stiamo parlando del nuovo orto urbano di Perugia che ieri mattina è stato presentato alla cittadinanza e ai residenti del quartiere di porta Sant'Angelo. Situato all'intemo del complesso di San Matteo degli Armeni, si prefigge di diventare un luogo d'incontro e di lavoro, dove imparare i segreti della natura e condividere insieme momenti piacevoli. Composto da im orto principale di circa seicento metri quadrati, da quattro orti individuali di dimensioni più ridotte, da una carciofaia e da un'area di compostaggio, sarà a disposizione dell' associazione Vivi il Borgo e di chiunque abbia voglia di imparare, lavorare e condividere le gioie e dolori che la terra sa dare. A tagliare il nastro inaugurale è stato il vicesindaco di Perugia Urbano Barelli che ha poi piantato una delle due rose che, affiancate ai pressi dell'orto, rappresentano un'ideale porta d'accesso aperta a tutti. "Questo luogo - ha detto Barelli - sta diventando un punto di riferimento per la città. Dove natura e cultura si incontrano". Gli orti saranno gestiti con i metodi dell'agricoltura ecologica e in modo da ridurre al minimo gli sprechi e gli apporti di prodotti chimici. Vi si terranno corsi, lezioni, labo- ratori, conferenze e altre attività per attivare un percorso di solidarietà e di lavoro comune. "Siamo orgogliosi del risultato ha aggiunto Franco Mezzanotte, presidente dell'associazione Vivi il Borgo - e del grande valore didattico e sociale che caratterizzerà questo orto. Dopo la festa della mattina, il pomeriggio è iniziato il lavoro. E stata, infatti, un'occasione per seminare insieme le fave, l'aglio e alcune piante di carciofi, prima della merenda finale a base di prodotti locali e naturali.